Read More

"/> Non avrei mai accettato di essere "paracadutato" a centinaia di km da casa. Almeno Galati abbia rispetto per l' Emilia-Romagna - Andrea De Maria

Non avrei mai accettato di essere “paracadutato” a centinaia di km da casa. Almeno Galati abbia rispetto per l’ Emilia-Romagna

Ho letto le ultime dichiarazioni di Giuseppe Galati e mi pare proprio che non abbia ben presente dove è stato candidato.  Parla di sanità e di strutture ospedaliere dell’Emilia Romagna? O di un’altra Regione?
Il nostro sistema sanitario è per tanti aspetti uno dei migliori in Italia e in Europa, un sistema efficente e pubblico a differenza di quelli di alcune regioni governate dal centrodestra. È una sanità che da decenni accoglie a spese proprie pazienti di altre regioni gratuitamente, ai quali garantisce i servizi migliori del Paese. Certo ci sono criticità da affrontare e non vanno sottovalutate e sappiamo quali sono. E servono le risorse nazionali per farlo, a cominciare dal rimborso delle spese covid 2021. Ma credo che tutti noi che viviamo qui conosciamo bene il valore della nostra sanità e la qualità umana e professionale dei nostri operatori sanitari. Tanti di loro sono venuti a studiare e a vivere qui da altre ragioni e oggi sono in prima fila nel far vivere la nostra sanità pubblica, come accade in tutti i settori della nostra vita sociale e produttiva. È stato così anche per mia madre, nel campo della ricerca.
Lo stesso, vale nell’impegno che mettiamo nel saper migliorare le infrastrutture del nostro territorio. Quando parliamo delle opere da fare, noi emiliani romagnoli intendiamo migliorare ciò che già abbiamo per essere ancora più competitivi. Lo facciamo nella consapevolezza di essere locomotiva d’Italia e che la nostra regione vuole garantire lavoro e occupazione e anche su questo siamo nei primi posti nelle classifiche italiane. Anche io in questi giorni ho visitato la Chimar e tante altre aziende del territorio del collegio, non solo in campagna elettorale. Per me non è una novità scoprire il livello del nostro mondo produttivo perché io qui vivo e rappresento questa regione da anni. Chi si sorprende è perché non sa cosa sia l’Emilia, dove la qualità e la garanzia del lavoro sono un punto cardine delle nostre politiche.
Così come la sicurezza, per me un vero e proprio impegno da decenni e basta leggere su Google tutto ciò che ho fatto per garantire più sicurezza al territorio.
Vivo in Emilia-Romagna, nel collegio che se sarò eletto sarò chiamato a rappresentare, e non avrei mai accettato di essere “paracadutato” a centinaia di km da casa pur di essere candidato. Se accetti di farlo almeno devi avere rispetto per la storia e l’ identità della terra che pensi di poter rappresentare nelle istituzioni

Condivi la pagina su: