Read More

"/> Interrogazione sui riders - Andrea De Maria

Interrogazione sui riders

Ecco il testo dell’interrogazione cha abbiamo presentato  sui cosiddetti riders

Al Vicepresidente del Consiglio e Ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico Luigi Di Maio

Premesso che:

  • il Ministro del lavoro e dello sviluppo economico si è impegnato pubblicamente a promuovere una normativa nazionale per tutelare i diritti dei lavoratori della gig economy, i cosidetti riders;
  • che esistono nel Paese esperienze positive ed efficaci in questo senso, come la Carta promossa dal Comune di Bologna e la legge regionale del Lazio;
    che ancora nessuna iniziativa concreta è stata assunta dal Governo, nemmeno nel recente provvedimento su Reddito di cittadinanza e quota cento.

Si chiede
quali iniziative intenda effettivamente assumere in materia ed in quali tempi

De Maria
Benamati
Rizzo Nervo

 

Di seguito la registrazione dell’atto:

ATTO CAMERA

INTERROGAZIONE A RISPOSTA ORALE 3/00615

Dati di presentazione dell’atto

Legislatura: 18
Seduta di annuncio: 142 del 15/03/2019
Firmatari

Primo firmatario: DE MARIA ANDREA
Gruppo: PARTITO DEMOCRATICO
Data firma: 14/03/2019
Elenco dei co-firmatari dell’atto
Nominativo co-firmatario Gruppo Data firma
BENAMATI GIANLUCA PARTITO DEMOCRATICO 14/03/2019
RIZZO NERVO LUCA PARTITO DEMOCRATICO 14/03/2019

Destinatari

Ministero destinatario:
MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI
MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO
Attuale delegato a rispondere: MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI delegato in data 14/03/2019
Stato iter: IN CORSO
Atto Camera

Interrogazione a risposta orale 3-00615
presentato da
DE MARIA Andrea
testo di
Venerdì 15 marzo 2019, seduta n. 142
DE MARIA, BENAMATI e RIZZO NERVO. — Al Ministro del lavoro e delle politiche sociali, al Ministro dello sviluppo economico. — Per sapere – premesso che:

il Ministro del lavoro e delle politiche sociali e dello sviluppo economico si è impegnato pubblicamente a promuovere una normativa nazionale per tutelare i diritti dei lavoratori della gig economy, i cosiddetti riders;

esistono nel Paese esperienze positive ed efficaci in questo senso, come la Carta promossa dal comune di Bologna e la legge regionale del Lazio;

ancora nessuna iniziativa concreta è stata assunta dal Governo, nemmeno nell’ambito del recente provvedimento sul reddito di cittadinanza e su «quota cento» –:

quali iniziative intenda effettivamente assumere il Governo in materia e in quali tempi.

Condivi la pagina su:

aaaaaaaaaaaaa