Comunali: De Maria, segnale che tutte realta’ contendibili

image

‘C’e’ sofferenza a sinistra ma serve discorso di unita’ nel Pd’ (ANSA) – BOLOGNA, 15 GIU – “L’esito di questi ballottaggi ci conferma una cosa che gia’ ci avevano detto le regionali e cioe’ che non c’e’ niente di scontato, che tutte le realta’ sono contendibili e che non dobbiamo essere arroganti pensando al 2016, e cioe’ pensare che si parli di un appuntamento in cui il centrosinistra e Pd hanno gia’ vinto”. Cosi’ da Bologna il deputato e membro della segreteria nazionale Pd, Andrea De Maria, ha commentato i risultati del secondo turno delle amministrative.
Per De Maria questo e’ il momento di

“lavorare tutti al meglio per l’appuntamento del 2016, il voto a Bologna, il voto a Rimini, poi nel quadro nazionale il voto a Milano e cosi’ via.
Voti che avranno un grande valore per le nostre comunita’ e per il nostro territorio ma anche un grande valore di carattere nazionale, in particolare il voto bolognese sara’ un appuntamento a cui guardera’ tutto il paese”.

Un appuntamento, quello con il voto nel capoluogo emiliano, al quale il Pd arriva “con tutte le condizioni di un buon risultato ma non lo dobbiamo dare per scontato, dobbiamo fare le cose davvero per bene”.
Quanto agli aspetti negativi del ballottaggio, per De Maria, “una delle componenti credo sia la sofferenza a sinistra nel Pd.
Un pezzo di elettorato che si riconosce nella storia e nei valori della sinistra ha una difficolta’ di rapporti col Pd”.
Responsabilita’ di chi guida il partito dovra’ essere quella di “far sentire tutti a casa, ma nello stesso tempo chi di noi si riconosce di piu’ nella storia e nei valori della sinistra, come chi vi parla, deve fare con grande chiarezza un discorso di unita’ nel Pd e di impegno comune per far vincere il Partito Democratico”. (ANSA).

Condivi la pagina su:

aaaaaaaaaaaaa