Ho presentato interrogazione per l’intervento di RFI in Via Corelli a Bologna

Nella periferia sud di Bologna, in via Corelli, RFI ha in carico l’intervento di riqualificazione dell’area che ospitò uno dei più importanti cantieri per lo scavo della galleria dell’alta velocità, che attraversa tutta la città. In una zona che ha già subito disagi rilevanti negli anni passati, si attende da tempo la fine dell’opera, per

Molto importante l’impegno unitario di tutti i gruppi parlamentari per le vittime del terrorismo

Oggi abbiamo “incardinato” in Commissioni Affari Costituzionali della Camera la legge per le vittime del terrorismo, di cui sono primo firmatario. Ne sarò relatore. Il testo di legge, nato da un confronto con associazioni delle vittime e dei familiari delle vittime del terrorismo, è stato condiviso con esponenti di diversa appartenenza politica e sottoscritto da

Bologna. Presenterò interrogazione al Ministro dell’ Interno su criticità del centro storico

Su richiesta di Pietro Aceto, Segretario del PD Santo Stefano-Irnerio, ho partecipato, quale deputato eletto nel collegio di Bologna città che comprende quel territorio, a un incontro a cui hanno preso parte anche la Presidente del Quartiere Rosa Amorevole e il Capogruppo del Centrosinistra Paolo Cavalieri. Ho anche avuto un confronto con il Sindaco Virginio

Ho presentato interrogazione al Ministro dell’ Interno sulla manifestazione di estrema destra prevista a Dongo

La Segreteria nazionale dell’ ANPI ha pubblicamente chiesto alle autorità competenti di intervenire per negare l’ autorizzazione ad una manifestazione di estrema destra prevista per il 2 maggio a Dongo. Infatti ogni anno, da anni, a Dongo, in prossimità dell’anniversario della Liberazione e del giorno della fucilazione di Mussolini in località Giulino di Mezzegra, si

Sciopero ex Ogr. Presenterò interrogazione

Ho incontrato questa mattina, in occasione dello sciopero promosso dalla Filt Cgil, i rappresentanti dei lavoratori dell’ex Ogr ora Omc Trenitalia. Mi è stata manifestata grande preoccupazione per il rispetto dell’accordo sindacale firmato a gennaio 2020 e per il rischio, in assenza di attività formative e assunzioni mirate, della messa in discussione di quel presidio