Read More

"/> Bene il confronto fra Merola e Critelli. Si parta dai contenuti. - Andrea De Maria

Bene il confronto fra Merola e Critelli. Si parta dai contenuti.

Oggi viviamo un momento importante e delicato per il nostro Paese reso più delicato dall’approssimarsi di scadenze elettorali importanti.

Per questo vi è la necessità a livello nazionale e sui territori di un partito forte, coeso, capace di interpretare le esigenze dei cittadini e che al contempo non si disperda in un dibattito autoreferenziale, sui propri temi ed equilibri interni, incomprensibile ai più.

Anche a livello locale è momento di una responsabilità condivisa, che ci deve vedere impegnati tutti a parlare di contenuti per Bologna metropolitana, di proposte ed idee da mettere in campo ed a disposizione di un confronto leale. Tutto ciò in un processo che non può essere solo confronto di nomi e cognomi ma un percorso dal quale uscire più forti ed uniti

Partiamo dallo sforzo del lavoro di questi anni, confrontiamoci con idee e contributi che in questa fase sono importanti, ma con la consapevolezza che il congresso, soprattutto in questa fase, ci consegna una responsabilità importante, quella di tenere unita una comunità preziosa come quella del partito democratico.

Per questo il positivo confronto fra il Sindaco metropolitano e il segretario della federazione è un elemento positivo sia per il presente sia per la stagione congressuale che sta per aprirsi.

Nel rispetto reciproco, nell’autonomia dei ruoli, nel sostegno alla nostra amministrazione comunale e metropolitana vi è il motore per continuare anche a Bologna e sui territori quel lavoro di rafforzamento del partito democratico ora più che mai necessario anche in quadro nazionale.

Ora è il momento di concentrarsi sui contenuti, cercando di trovare le condizioni del massimo possibile di unità, valorizzando le diverse proposte e i diversi contributi, facendo della ricchezza di posizioni politiche e di personalità del PD di Bologna una occasione di crescita comune e non di conflitto a divisione.

(Comunicato mio e di Benamati inviato oggi alle agenzie di stampa)

Condivi la pagina su: