Da Di Maio ancora nessun atto concreto sui riders

Il ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico Luigi Di Maio si era impegnato pubblicamente a promuovere una normativa nazionale per tutelare i diritti dei lavoratori della Gig economy: i cosiddetti riders. Eppure, nonostante già esistano in Italia esperienze positive ed efficaci in questo senso, come la Carta promossa dal Comune di Bologna e la legge regionale del Lazio, ancora nessun

Interrogazione sui riders

Ecco il testo dell’interrogazione cha abbiamo presentato  sui cosiddetti riders Al Vicepresidente del Consiglio e Ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico Luigi Di Maio Premesso che: il Ministro del lavoro e dello sviluppo economico si è impegnato pubblicamente a promuovere una normativa nazionale per tutelare i diritti dei lavoratori della gig economy, i cosidetti

Periferie: la maggioranza ha bocciato la commissione d’inchiesta. Ripresenteremo la proposta in aula.

È molto grave che la maggioranza abbia bocciato in commissione Affari costituzionali della Camera la proposta di legge per istituire una Commissione bicamerale di inchiesta sulle periferie. Dopo tante promesse in campagna elettorale è arrivata la messa in discussione delle risorse già stanziate per il bando periferie e ora questo voto in Commissione. Non si vuole evidentemente che il Parlamento verifichi

Tutti i parlamentari dell’Emilia-Romagna sostengano l’accordo per l’autonomia

Il progetto di autonomia, come è stato impostato in Emilia Romagna, non mette in discussione l’unità nazionale, al contrario rappresenta una opportunità per il Paese, rafforzando la capacità di governo di una regione che cresce in produttività e occupazione, senza nulla togliere ad altri. Per i cittadini emiliano-romagnoli rappresenta una grande occasione, condivisa peraltro dalla

aaaaaaaaaaaaa